Eco-Tour di Gaeta

Eco-Tour di Gaeta

Un nuovo passo verso la mobilità sostenibile nel Comune di Gaeta

Scopri
Raccolta differenziata: a novembre sfiora il 60%

Raccolta differenziata: a novembre sfiora il 60%

Circa 60%, percentuale della raccolta differenziata nel mese di novembre 2015.

Scopri
Consegnati 350 reperti archeologici sequestrati

Consegnati 350 reperti archeologici sequestrati

Primi tesori del Museo del Mare

Scopri
Bandiera Blu: Le 7 Spiagge di Gaeta

Bandiera Blu: Le 7 Spiagge di Gaeta

Spiagge separate da punte rocciose

Scopri
Gaeta. Conferenza stampa su “Mare sicuro″

Gaeta. Conferenza stampa su “Mare sicuro″

Operazione promossa dal Comando Generale

Scopri
Santuario Santissima Annunziata

Santuario Santissima Annunziata

Santuario con vista sul golfo di Gaeta

Scopri
Gaeta

Gaeta

Port of call per navi extra lusso

Scopri

Consegnati 350 reperti archeologici sequestrati

25 Novembre, 2014 Gaeta Blu

Primi tesori del Museo del Mare

350 reperti di notevole interesse storico-archeologico sono i primi tesori del Museo del Mare in fase di realizzazione a Gaeta, presso la “Caserma Cosenza, Casa della Cultura e dell’Economia del Mare”.

Si tratta di importanti resti d’epoca romana sequestrati e recuperati dalla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Gaeta, nell’ambito di una complessa ed articolata attività di Polizia Giudiziaria, esperita tra il Dicembre 2012 e Settembre 2013. Gran parte dei reperti sono stati rinvenuti, a seguito di informazioni raccolte sul territorio comunale, nella chiesa Santa Maria della Sorresca, chiusa al culto. Ulteriori indagini hanno consentito ai militari della G.d.F. di risalire agli autori del reato e sequestrare altri importanti reperti che erano stati trafugati per abbellire case private.

Soddisfatto il sindaco Mitrano che ha espresso, a nome dell’intera Amministrazione Municipale, i più sentiti ringraziamenti al Comandante Bencivenni “per il gesto di amicizia e amore che la Sez.Op. Nav. della Guardia di Finanza ha dimostrato verso la nostra città e i suoi abitanti, affidando al Comune la cura di numerosi resti archeologici su cui è impresso il DNA della nostra cultura e della nostra civiltà. Ci impegniamo a custodirli nel modo più idoneo e a renderli fruibili al pubblico in appositi spazi creati ad hoc all’interno del Museo del Mare, che stiamo portando a compimento nella Caserma Cosenz, a Gaeta Medievale”.