Eco-Tour di Gaeta

Eco-Tour di Gaeta

Un nuovo passo verso la mobilità sostenibile nel Comune di Gaeta

Scopri
Raccolta differenziata: a novembre sfiora il 60%

Raccolta differenziata: a novembre sfiora il 60%

Circa 60%, percentuale della raccolta differenziata nel mese di novembre 2015.

Scopri
Consegnati 350 reperti archeologici sequestrati

Consegnati 350 reperti archeologici sequestrati

Primi tesori del Museo del Mare

Scopri
Bandiera Blu: Le 7 Spiagge di Gaeta

Bandiera Blu: Le 7 Spiagge di Gaeta

Spiagge separate da punte rocciose

Scopri
Gaeta. Conferenza stampa su “Mare sicuro″

Gaeta. Conferenza stampa su “Mare sicuro″

Operazione promossa dal Comando Generale

Scopri
Santuario Santissima Annunziata

Santuario Santissima Annunziata

Santuario con vista sul golfo di Gaeta

Scopri
Gaeta

Gaeta

Port of call per navi extra lusso

Scopri

Raccolta differenziata: a novembre sfiora il 60%

23 Dicembre, 2015 Gaeta Blu

Circa 60%, percentuale della raccolta differenziata nel mese di novembre 2015.

Secondo i dati forniti dalla ditta ECO CAR S.p.A., che gestisce il servizio di igiene urbana sul territorio gaetano, nel mese di gennaio 2015 il differenziato si fermava al 25%, grazie ad incrementi mensili continui si è giunti al 58,58% del mese di novembre, determinando un valore della base annua differenziata pari al 45%. Un vero e proprio goal per l'Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Cosmo Mitrano.   "Un grande successo raggiunto in poco tempo - dichiara il Sindaco Cosmo Mitrano -  era solo il mese di gennaio del 2015 quando comunicavamo che si era oltrepassata la soglia del 20%, e ci si apprestava a raggiungere e superare il 30%. A novembre siamo quasi al 60%, un risultato grandioso che ci ripaga di tutti gli sforzi realizzati per avviare il progetto della raccolta differenziata. Un'iniziativa rivoluzionaria, sopratutto dal punto di vista culturale, per il drastico cambiamento che comporta nella nostre abitudini  quotidiane. Ma rivoluzionaria anche perché  di rottura rispetto ad un passato di inerzia e totale disinteresse amministrativo, in questo settore. Un grazie sincero ai miei concittadini perche il merito è tutto loro. Ad essi il plauso più grande per aver svolto un ottimo lavoro, per aver saputo rispondere alle nostre esortazioni con impegno e responsabilità, dimostrando un profondo senso civico, una condivisione degli  obbiettivi di ecosostenibilità e tutela dell'ambiente perseguiti dal nostro esecutivo, un rispetto ed un attaccamento alla città e al suo territorio. Ringrazio l'Assessore all'Igiene Urbana Alessandro Vona e gli uffici comunali competenti per  il lavoro svolto tra mille difficoltà, con grande abnegazione e solerzia".   Anche l'Assessore Vona esprime grande soddisfazione per i  dati prevenuti: "La città di Gaeta si è rimboccata le maniche, i cittadini stanno prestando un'attenzione costante alle modalità di conferimento, tutto ciò facilita il compito degli operatori ecologici e l'organizzazione della raccolta differenziata sul territorio. Nonostante tutto, quindi,  lo start up di questo progetto è decollato,  importanti risultati arrivano, anche se siamo consapevoli che solo  tra 4/5 anni si riuscirà a cogliere in pieno gli obbiettivi preposti. Obbiettivi che consentiranno alla nostra città di salire nei gradini alti della classifica dei Comuni più virtuosi nella raccolta differenziata. Gaeta e i gaetani ce la stanno mettendo tutta, adesso non bisogna mollare, dobbiamo continuare insieme, c'e ancora tanta strada da fare!"  Ricordiamo che eventuali segnalazioni di rifiuti abbandonati possono essere fatte al numero verde 800.100.346, attivo dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 12, al quale è possibile rivolgersi anche per ulteriori informazioni sulla raccolta differenziata.     Infine sono sempre attivi sia il servizio di ritiro a domicilio gratuito dei rifiuti ingombranti, telefonando al numero 0771 45 25 37, sia l’isola ecologica, un’area attrezzata nella quale è possibile conferire gratuitamente, muniti del proprio codice di utenza, i seguenti rifiuti: ingombranti, apparecchiature elettriche, ed elettroniche, batterie auto, pneumatici, olio minerale e vegetale, inerti e calcinacci, toner e cartucce, potature, neon e lampadine, contenitori, con residui di sostanze pericolose.